In Cina non si usa più il contante

Linda Caroli DiLinda Caroli

In Cina non si usa più il contante

In questi giorni gira su YOUTUBE un video interessante  dal titolo: The ultimate try-before you buy experience for car shoppers.

In sintesi nel video compaiono  dei ragazzi che per strada vedono un’auto di loro gradimento, la fotografano con Taobao, la ordinano su AMAZON e la pagano …con un selfie.

In Cina quasi tutti oramai pagano con il cellulare. Persino i mendicanti chiedono l’elemosina raccogliendola tramite WeChat Pay….

Un fenomeno senza precedenti che ha origine dai  due colossi cinesi ALIBABA e TENCENT che si stanno facendo strada per sostituirsi alle banche e controllare il sistema dei pagamenti. Questo li metterebbe al centro nel settore del commercio.

Ma chi sono ALIBABA e TENCENT?

ALIBABA è una società privata cinese fondata nel 1999 che  controlla al suo interno una serie di aziende che si occupano del mercato on-line, piattaforme a pagamento e compravendita, motori di ricerca per lo shopping e servizi per il cloud computing. Tra le società controllate c’è ALIPAY piattaforma di pagamento  on-line. Alibaba vale  circa 158 miliardi di dollari

TENCENT invece è un’azienda cinese fondata nel 1998 che fornisce servizi per l’intrattenimento, mass media, reti sociali web, servizi di commercio elettronico, internet, e telefoni cellulari. Gestisce uno dei maggiori portali in Cina, il QQ.com e controlla la nota società di messaggistica WeChat. Tencent è un colosso che viene valutato 270 miliardi di dollari.

Entrambe mirano a entrare nel settore dei pagamenti on-line che in Cina conta un valore di circa 9 mila miliardi di dollari. Ma a cosa puntano veramente? Non solo ai guadagni da ogni singola transazione, ma soprattutto alla miriade di informazioni che otterrebbero controllando l’intero settore. Non dimentichiamoci che a loro appartengono le migliori APP di marketing sul mercato cinese: attraverso ALIBABA si può acquistare di tutto: è l’AMAZON d’Oriente, che può servire un’utenza di gran lunga superiore  rispetto alla concorrente americana! ALIBABA ha creato qualche anno fa Alipay, nata come servizio di deposito a garanzia, e divenuta nel tempo la più grande piattaforma di pagamento tramite APP, coprendo il 54% del mercato cinese. Anche TENCENT  ha abbinato a WeChat (il wattsapp cinese) un sistema di pagamento on-line denominato WeChat Pay che copre il 40% del mercato.

Obiettivo di entrambi era quello che agganciare i conti bancari. E non solo.

Con il tempo la spinta in avanti è stata quella di avere a disposizione le fila dell’intero mercato: controllare la  piattaforma dei pagamenti significa conoscere come e quanto la gente spende.

Intorno a tutto ciò ruotano i servizi prestati da questi due colossi: App  per seguire le aziende , App che avvisano se ci sono promozioni e sconti su alcuni prodotti.  Alibaba sa cosa la gente guarda sul sito streaming Youku Tudou: questo le permette di promuovere al suo interno prodotti in modo mirato.

In Cina non ha mai preso piede l’uso delle carte di credito perché per cultura i cinesi non amano indebitarsi: meglio pagare in contanti, usando le APP.

Ecco perché WeChat Pay e Alipay puntano a fare accordi un po’ in tutto il mondo con società che elaborano pagamenti. I Cinesi in tal modo potranno pagare all’estero i servizi ottenuti  usando le APP collegate direttamente ai loro conti bancari.

 

Info sull'autore

Linda Caroli

Linda Caroli administrator

Commenta